a
Falsificare curriculum in inglese - una pratica da evitare

Falsificare curriculum in Inglese: una pratica da evitare

Sempre più persone in cerca di lavoro scelgono di esagerare o falsificare curriculum vitae. Questo il risultato di una ricerca condotta da The Risk Advisory Group, che si occupa di ricerca selezione del personale, constatando che oltre il 70 per cento dei CV esaminati dell’ultimo anno conterrebbe informazioni false o poco accurate.

Un’abitudine allarmante quella del falsificare curriculum, che potrebbe portare i datori di lavoro a prendere importanti decisioni fondate su dati e profili professionali inaccurati. Tutti i nodi vengono al pettine, prima o poi: ecco perché la scelta più giusta sembra comunque quella di puntare sempre su trasparenza e sincerità.

Ecco qualche consiglio per decidere cosa scrivere nel cv inglese, evitando piccole e grandi inesattezze.

 

Falsificare curriculum: una panoramica Dei “Bugiardi” Per Età E Sesso

Se non sembra esserci distinzione tra uomini e donne quando si tratta di “abbellire” il curriculum, il discorso cambia riguardo alle fasce d’età. A mentire di più sono infatti le persone in cerca di lavoro tra i 25 e i 32 anni, che rappresentano il 38 per cento dei CV “bugiardi”. I più onesti, invece, sono i giovanissimi, nella fascia tra i 18 e i 24 anni, che tendono ad essere sinceri riguardo alle loro competenze e che forse hanno meno malizie su come e cosa scrivere nel curriculum vitae in inglese.

Per quanto riguarda la tipologia delle bugie, normalmente le persone in cerca di lavoro mentono riguardo al loro percorso accademico e alle precedenti esperienze lavorative. Il 63 per cento degli oltre 5.000 CV esaminati da The Risk Advisory Group conteneva inesattezze relative agli studi, mentre il 43 per cento presentava discrepanze dal punto di vista della carriera.

 

Candidati Creativi… Anche Nel CV in Inglese

Alcuni candidati preferiscono limitarsi ad omettere dati, mentre altri si dimostrano capaci di inventare vere e proprie vite parallele, pur di essere notati. Ecco alcuni esempi scoperti dagli esperti di selezione dei CV durante l’ultimo anno:

  • Un candidato sosteneva di aver ottenuto una laurea da una prestigiosa università. In realtà non solo non era laureato, ma era stato persino espulso dall’istituto.
  • Una persona ha scritto di aver ricoperto il ruolo di Marketing Manager per sei mesi, ma il suo referente ha poi specificato che si è trattato di un semplice stage nel reparto Marketing.
  • In un altro caso, la candidata sosteneva di essere stata impiegata per tre mesi, per poi licenziarsi per seguire un’opportunità migliore. In realtà si era trattato di soli tre giorni di lavoro e poi non si era più presentata in ufficio.

 

Attenzione Alle Referenze

Chi è in cerca di lavoro normalmente non è convinto che le referenze siano tanto importanti quanto tradurre curriculum vitae in inglese. Si tratta purtroppo di un errore grossolano che è stato puntualmente smentito da un’altra ricerca.

Uno studio di CareerBuilder, infatti, ha rilevato che quasi l’80 per cento dei datori di lavoro decide di contattare le persone indicate nelle referenze per avere un quadro più chiaro del candidato in esame. Inoltre il 16 per cento dei datori di lavoro sceglie addirittura di informarsi “alla fonte” ancor prima del colloquio di lavoro.

Certo, non tutte le referenze permettono di fornire buoni motivi per essere presi in considerazione. Oltre il 60 per cento di chi ha contattato i precedenti datori di lavoro, infatti, ha scoperto informazioni non lusinghiere sui candidati. Il 30 per cento ha avuto anche modo di verificare come alcuni dati dei CV non coincidessero con la realtà. Per un approfondimento circa la lettera di referenze, leggi qui.

 

 L’importanza Di Una Selezione Corretta In Azienda

Commentando i risultati della ricerca, uno dei manager di The Risk Advisory Group, Michael Whittington, ha delineato i contorni della situazione, tracciando una linea di demarcazione tra chi commette una piccola ingenuità e chi invece cerca deliberatamente di falsificare curriculum vitae, ingannando il potenziale futuro datore di lavoro, pur di essere preso in considerazione.

“Un numero sempre più alto di persone si candida inviando CV con informazioni inesatte”, dice Michael Whittington. “Le ripercussioni di tali falsità possono essere gravi. Sono in grado di sottrarre tempo, soldi e costare la reputazione dell’azienda, nel peggiore dei casi”.

Talvolta, inoltre, l’azienda potrebbe involontariamente permettere l’infiltrazione di candidati disonesti, provocando una falla nella sicurezza e un furto di dati. “Ecco perché è importante che le compagnie verifichino subito tutte le credenziali”, insiste Whittington. “In tal modo è possibile evitare costosi errori di valutazione più avanti”.

 

E Allora Cosa Scrivere Nel Curriculum Vitae In Inglese?

La risposta, almeno in questo caso, è molto semplice. Dimostrate di essere creativi nell’uso della lingua inglese, e non nelle informazioni relative alla vostra istruzione e alla vostra carriera. CareerBuilder ha chiesto alle aziende cosa vogliono davvero leggere e queste sono state le loro risposte:

  • Una lettera di presentazione accattivante e ben scritta, indirizzata specificatamente alla persona incaricata della selezione;
  • Un portfolio ricco e ben strutturato, possibilmente un blog o un sito.

 

 

analisi gratuita curriculum

Rate This Article

info@cv-in-inglese.com

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.